Compatibilità del laminato

Materiali e metalli

Supporti non compatibili

Evitare ogni contatto diretto con il cemento fresco, la calce, il bitume, la malta e i materiali da costruzione che possono contenere materie nocive per il laminato VMZINC.

Cemento

La posa diretta su supporto in cemento è totalmente sconsigliata. È necessario prevedere una lama d’aria ventilata tra il supporto in legno della copertura e il cemento.  

Malta

Nel caso di muretti di larghezza inferiore ai 40 cm e di supporti di gronda realizzati in malta cementizia è necessario interporre una membrana “neutra” tra lo zinco e tali supporti. Il sistema  DELTA VMZINC rappresenta una soluzione di membrana "neutra" dai molteplici vantaggi.

Guaina bituminosa

L’utilizzo di una guaina bituminosa in copertura è vietato a causa del rischio di condensa di umidità tra la guaina e il retro del laminato di zinco, con possibilità di ristagno d’acqua e conseguente corrosione.

 

Compatibilità del laminato VMZINC con gli altri metalli

L’acqua non deve mai scorrere da un metallo a potenziale elettrolitico elevato verso un metallo a potenziale elettrolitico inferiore. Infatti, in un ambiente umido, si crea una coppia elettrolitica tra i 2 materiali (effetto pila) che consuma uno rispetto all’altro. L’acqua si carica di ioni che possono distruggere il metallo più debole.

I diversi metalli verranno installati nel seguente ordine, dall’alto verso il basso :

  • alluminio
  • zinco
  • acciaio galvanizzato
  • rame
  • piombo

Contatti ammessi :

  • Piombo: Piombo protetto da un olio di patina o piombo laccato.
  • Alluminio: sebbene l’alluminio abbia un potenziale più basso rispetto a quello dello zinco, anch’esso viene ricoperto da uno strato protettivo naturale. Le due superfici passivate hanno valori potenziali molto vicini e ciò esclude ogni rischio di corrosione.
  • Acciaio galvanizzato: la galvanizzazione consiste nel ricoprire l’acciaio con una pellicola sottile di zinco per proteggerlo dalla corrosione. Questo contatto zinco-zinco non pone alcun problema.
  • Rame stagnato (rame ricoperto di stagno): può stare a contatto con lo zinco.
  • Acciao inox: Inox piombato o stagnato, ferritico o austenitico

Contatti non ammessi:

Rame – Ferro – Acciaio non protetti.

Legno e derivati

Compatibilità del laminato VMZINC con legno e derivati del legno

E’ vietato utilizzare un’essenza di legno non compatibile sopra elementi in VMZINC (p. es. facciata in assi o in pannelli non compatibili sul laminato VMZINC).

Il lavaggio del legno e gli eventuali acidi tannici/prodotti di trattamento del legno possono causare un’alterazione prematura dello zinco, la formazione di macchie sulla patina dello zinco o una sua decolorazione. Il vostro fornitore di legno deve farvi sapere se il legno lavorato da voi scelto è compatibile con lo zinco.

I prodotti di trattamento del legno, a base di composti organici e applicati in generale tramite ammollo o tinteggiatura, sono innocui per lo zinco.

Sono da evitare invece i prodotti costituiti da elementi minerali [tipo rame-cromo-arsenico (CCA) o rame-cromo-boro (CCB)], e applicati spesso tramite autoclave, in quanto non si conosce la loro azione corrosiva sullo zinco in presenza di umidità.

La compatibilità tra legno e laminato VMZINC deve essere subito presa in esame, per evitare alterazioni dello zinco.

VMZINC su struttura portante in legno

Il rivestimento di assicelle è il supporto di copertura più utilizzato, poiché composto da elementi semplici e morbidi (per forme curve o arrotondate).

Essenze consentite o vietate a contatto con lo zinco VMZINC 
Essenze consentite (compatibili)  Essenze vietate
Abete (rosso e bianco del Nord) Larice
Abete rosso Quercia
Pino silvestre Castagno
Pioppo Cedro rosso o bianco
  Pino Douglas
  Qualsiasi essenza di bosco con un pH < 5 

Compatibilità tra prodotti di legno trattato e laminati VMZINC

In caso di utilizzo di legno trattato è indispensabile verificare la compatibilità tra i prodotti di legno trattato e lo zinco VMZINC (Ved.tabella sottostante).

Tabella indicativa dei prodotti per il trattamento del legno*
Tipo di trattamento Componenti Compatibilità con il laminato VMZINC*
Sali metallici non fissanti  Sali monocomponenti utilizzati in acqua (fluoro, boro o rame) NO
Sali metallici fissanti Sali metallici complessi che includono cromo per fissare i metalli attivi (CCA, CCB) Studi in corso (verificare con il produttore) 
Prodotti organici Contengono solventi petroliferi SI
Emulsioni Utilizzano l’acqua come veicolo associato a sostanze di sintesi non idrosolubili SI
Prodotti mischiati Associano composti metallici (rame, boro) a molecole di sintesi  Da definire (verificare con il produttore)
Creosoto Composto da sostanze attive derivanti dal carbon fossile Da definire (verificare con il produttore) 

*seguire sempre i consigli del produttore

Se il legno utilizzato non è compatibile con lo zinco, può essere utilizzato con il VMZ Zinc plus.

Colle e mastici

Compatibilità di VMZINC con colle e mastici

Se si usano supporti meno tradizionali (p.e. pannelli in legno), occorre verificare la compatibilità di tutti i componenti di questi supporti (p.e. le colle) con lo zinco VMZINC. In caso di compatibilità, è importante garantire la ventilazione della faccia inferiore del laminato VMZINC (ved.tabella sottostante).

Tabella indicativa di colle e mastici
Prodotti autorizzati (compatibili) Prodotti vietati* (non compatibili) 
Poliuretani Siliconi acetici
Siliconi non acetici Epossidi acidi
Polimeri MS Uree/melanina/fenolformaldeide (incollante legno o pannelli)
  Acrilici (secondo il reagente utilizzato)

Questo elenco non è completo. Se lo zinco viene a contatto con un materiale che non compare in questo elenco, verificare prima che non questo non produca effetti dannosi. Lo zinco è un prodotto naturale dalle numerose proprietà, compatibili o non compatibili con altri materiali da costruzione.

Diversi

Camini e condotti sanitari

Conviene prevedere uno spazio di sicurezza anti incendi e/o una protezione intorno ai condotti di evacuazione dei fumi o condotti di aerazione, interrompendo l’assito ligneo e l’impermeabilizzazione.

La ricaduta dei fumi di una caldaia mal funzionante sullo zinco VMZINC possono provocare danni irreparabili.

Un controllo regolare degli apparecchi di riscaldamento e l’utilizzo di un carburante conforme alle norme in vigore consentono di evitare questa forma di corrosione.

L’utilizzo di un «cappello» sui camini può provocare fuoriuscite di fumi aggressivi per lo zinco VMZINC. Si consiglia quindi di utilizzare un elemento di finitura conico non coperto su caldaie a nafta e per camini a legna.

Anche le ricadute di un condotto di ventilazione sanitario possono provocare danni irreparabili di tipo estetico.

  • Una leggera ruggine bianca può comparire a causa della condensa (umidità che non fuoriesce in questo punto). Questa può quindi provocare un cambiamento del colore, soprattutto all’inizio, prima del formarsi della patina naturale. Verificare se la parte in questione non è accessibile o non visibile dall’esterno.
  • I prodotti di pulizia dei WC di uso corrente possono creare depositi sullo zinco, ma in linea di massima non dovrebbero forare il materiale.

Posa di elementi esterni

Qualcuno potrebbe voler collocare sul tetto qualcosa che richiede un’attenzione particolare.

Potrebbe trattarsi di :

  • Antenne paraboliche,
  • parafulmine
  • pannelli solari.

Per trovare una soluzione, riflettete sul funzionamento del sistema di copertura VMZINC. Non fate di questi elementi (antenne, parafulmini, pannelli solari) dei punti di fissaggio. In generale, la soluzione migliore è utilizzare un elemento di finitura conico o fissaggi fatti apposta. In caso di dubbio, consultate il ns ufficio tecnico.

Se la copertura in zinco deve servire da parafulmine, vi consigliamo vivamente di consultare gli specialisti in materia per la messa a terra, per evitare che lo zinco colpito dal fulmine non fonda.